Home and Building Automation
PN MAS NET
In alcune situazioni impiantistiche l'utilizzo di un solo modulo Master risulta insufficiente perché il numero di moduli Slave collegati in rete supera il limite di 250 o perché per motivi strutturali e di gestione è preferibile suddividere l'impianto in più sotto sistemi tra loro indipendenti, ad es. un sistema per la termoregolazione, uno per il controllo degli accessi, un altro per il comando luci, oppure un sistema indipendente per ogni piano di un edificio, ecc. In tutte queste situazioni, l'utilizzo di reti PICnet separate comporta lo svantaggio di non poter realizzare logiche complesse che coinvolgono sottosistemi diversi, se non appoggiando parte di questa logica di funzionamento al software di supervisione. Ad esempio nel caso di sottosistemi indipendenti uno per ogni piano di un edificio, un eventuale di comando centralizzato che spenga le luci di tutti i piani potrebbe funzionare solo grazie allo scambio di informazioni realizzato a livello di supervisione tra i diversi sottosistemi. In caso di blocco o di spegnimento del PC di supervisione, questa parte di funzionamento verrebbe a mancare. Per ovviare a questi inconvenienti è possibile realizzare una rete complessa in cui un normale modulo Master attraverso una serie di moduli PN MAS NET controlla il funzionamento di una serie di moduli Master di secondo livello e quindi di tutti i moduli Slave dei sottosistemi relativi.
Prodotti
serie incasso